17 milioni di iPad.

Le reazioni ai risultati dell’ultimo trimestre di Apple annunciati ieri sono state “varie”.Per la prima volta in tanto tempo i risultati non sono stati “strepitosi” e questo può portare qualcuno a gridare al “quando c’era Jobs”. In realtà “il meglio deve ancora venire”: nella pipeline di Apple c’è sicuramente il nuovo iPhone, il rinnovo della gamma Mac in salsa “Retina”, un probabile iPad mini (o come si chiamerà), nuovi iPod Touch e nuovi iPod nano.  E all’orizzonte c’è sempre la mitica televsione marchiata Apple (semmai dovesse arrivare).

Insomma di carne al fuoco ce n’è tanta ma i mercati, si sa, vedono solo quello che vogliono vedere (e non vedono quello che non vogliono vedere)

Personalmente non posso non continuare a pensare che Apple, nel trimestre più “sfigato” dell’anno, nella congiuntura economica più “sfigata” degli ultimi anni, è riuscita a vendere 17 milioni di iPad (e il modello più “economico” costa ancora 399 dollari).

E continuo a chiedermi cosa succederà quando (e se) prima di questo Natale dovesse davvero arrivare un modello da 199 dollari…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *